Se ce lo chiederebbe.

novembre 11, 2016

 

Ora comincia la gara tra i nostri connazionali che conoscono Trump da sempre: gli telefonano per parlare del tempo, gli mandano gli sms con le ricette,  vengono consultati quando lui deve scegliere il nuovo colore di capelli. C’è chi si può allargare parecchio, come  Flavio Briatore: oltre ad avere conosciuto Trump per motivi televisivi, lo ha portato per primo in Europa ( sic, su La Stampa di ieri, pag.23). Più modesto Paolo Zompelli (pag.22): lui ha solo portato Trump per primo in Italia e gli ha presentato l’attuale moglie, all’epoca semplice modella slovena; dunque ora pare lo attenda – quantomeno – un incarico da ambasciatore Usa nel nostro paese. Poi ci sono anche le grandi occasioni mancate, come quella raccontata sul medesimo quotidiano da Lory Del Santo. Sempre a pag. 22, infatti, ella riferisce che conobbe Trump e  cenò con lui ben due volte. Poi, alla terza cena ( “di solito in questi casi è il momento di concludere“) era chiaro che lui ne voleva, ma da vero signore non si faceva avanti. Lei, tra l’altro, il giorno dopo doveva partire. Quindi andò buca. Sennò – osserva –  a quest’ora  era lei la  first lady. E magari aveva vinto Hillary, aggiungo io.

State bene.

Ghino La Ganga

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: