Retroprofezia.

dicembre 13, 2016

Si assisterà ad una riedizione di quel che accadeva tanti anni fa. Il PD si comporterà come la vecchia DC e resterà al governo per tanto tempo nonostante gli insuccessi assortiti, in una giravolta delle stesse quattro facce da sostituire ogni qualche anno, puntellandosi di volta in volta con alcuni partitini minori, composti più da generali imbolsiti che da truppa. Il titolo di studio dei ministri calerà, di pari passo con la sempre più frequente dipartita per l’estero di chi si troverà in possesso di una laurea minimamente solida: riappariranno così  dei ministri autodidatti, che si credevano spariti con la prima repubblica e che invece torneranno a farci compagnia, cari e bizzarri quanto i lunari contadini della nonna. Dal canto suo, il Movimento Cinquestelle  finirà come il vecchio PCI: in nome di una presunta diversità prenderà dei gran voti che terrà immobilizzati all’opposizione in parlamento, ma governerà in molti enti locali o regionali dai quali – tuttavia –  non riuscirà a trasferire altrove i pur buoni risultati ottenuti. In seguito si farà sedurre da smanie consociative che lo spolperanno da dentro, con il sorgere di una miriade di capetti locali e deputati presunti intellettuali; costoro faranno credere agli iscritti di essere intelligenti perché li votano, pur sapendo perfettamente che questi ultimi non hanno altra formazione culturale di una versione aggiornata e sostitutiva della tv del passato, ossia le fregnacce sui social. Che tristezza. E pensare che ho un’età nella quale dicono si apprezzino  i revival.

State bene.

Ghino La Ganga

Same as it ever was.

dicembre 13, 2016

 

 

(Mi era venuta voglia di mettere su qualche vecchio post cambiando due parole, poi ho pensato che era banale. State bene. Ghino La Ganga)