Il botto.

dicembre 29, 2016

virginia-raggi

Oh.”

Eh.”

Senti: tu lo fai il botto?”

Sì, certo. Lo faccio ad ogni capodanno.”

Però quest’anno è vietato.”

“Diciamo che era vietato . Ora grazie al Tar si può di nuovo fare. E comunque: io  lo facevo lo stesso, e quindi lo faccio lo stesso.”

Osta. Ma non hai scrupoli morali?”

Mica lo faccio in strada. Mi chiudo in bagno e lo faccio. Bum! Un gran casino, un gran fumo e mi tolgo il pensiero.”

Ah. E tua moglie non dice niente?”

Quale moglie? E’ scappata da anni. Mi è rimasto il cane: però sopporta, poveretto. Sa che il 31 sera mi chiudo in bagno: lui resta in sala, sente il botto e non abbaia. Anzi: neanche piange.”

Insomma: è rassegnato.”

Ma sì. Come qualunque militante Cinquestelle. Il mio cane li ha sempre sostenuti, ma sa che il cibo glielo do io. Quindi plaude la Raggi, ma tollera il mio botto.”

Mica può fare altro.”

Certo che no. E poi, insomma: un botto solo e via, cosa vogliamo questionare? “

Ma sì, neanche fosse proibito l’uso delle pistole per le feste.”

Bravo. Se voleva mostrare coraggio, la Raggi quello doveva proibire. Altro che i botti.”

Hai ragione. Ora che ci penso, vado a comprare un botto anche io. Così il 31 sera mi chiudo in garage e Bum! Chi si è visto si è visto. Al massimo salterà qualche vetro, verrà giù la bascula.”

Sì, al massimo. Poca roba. E comunque: chi se ne frega? Buon botto! Ciao.”

Grazie. Buon botto anche a te! Ciao.”

(State bene. Ghino La Ganga)