Giulia la puréta.

febbraio 16, 2018

Giulia Sarti

 

A me ‘sta storia di lei, fidanzata con un rumeno che si spacciava per giornalista italiano ma le faceva da consulente informatico,  e che adesso ha denunciato perché lui le ha fregato i soldi,  fa venire una gran tristezza. Mi ricorda quelle storie di pensionati che si fidanzano con la badante  straniera dichiaratasi laureata:  poi però un giorno leggono l’estratto conto bancario e  la denunciano, perché  capiscono che non era un vero amore intellettuale.

State bene.

Ghino La Ganga

 

Annunci

Questa roba.

febbraio 13, 2018

 

 

Questa roba finisce con un’applicazione della legge del contrappasso: colpiti al cuore da Le Iene, ossia il programma televisivo che, con Report , costituisce il Nuovo Testamento di qualunque sedicente elettore grillino da almeno dieci anni. Questa roba finisce con una storiaccia di soldi prima promessi, poi non versati e dunque probabilmente intascati: cosa criticatissima già da La Casta di Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo, ossia il libro che costituisce il Vecchio Testamento di qualunque sedicente elettore grillino fin dal momento della sua pubblicazione.  Questa roba finisce con la conferma di ciò che sospettavamo, ma che in fondo sappiamo fin troppo bene: non esiste Grillo, non esiste la rete, non esiste una piattaforma, non esiste un cambiamento, non esiste nulla di nuovo. Esistono sempre e solo i cittadini italiani, perennemente costanti nel loro buttarsi in politica: da sempre desiderano la caduta di chi li comanda per poterlo sostituire, e fare esattamente tutto quanto l’appena caduto ha fatto. Aggiungiamoci una crisi economica fetente e duratura, ed abbiamo il risultato finale: strali, urla, lamentele, accuse, abiure, scuse, pezze giustificative esposte come pezze al culo. Non è divertente , ma non riesce nemmeno più ad essere triste. E’ solo questa roba.

State bene.

Ghino La Ganga

Carlo Martelli

 

 

Ecco, appunto: non avevate volontariamente firmato un certo documento?

(State bene. Ghino La Ganga)

Rimborsi.

febbraio 12, 2018

 

“Oh.”

“Eh.”

“E’ una vita che non ti fai sentire. Mi devi restituire quei cinquemila euro.”

“Oh, hai ragione.  Provvedo subito.”

“Hai l’home banking via internet?”

“No, ti mando la fotocopia del bonifico.”

“Che bonifico? L’hai già fatto?”

“Ma no, sciocchino. Ti mando la fotocopia di un bonifico impostato vecchio e annullato che ho qui, già stampato.”

“E io che me ne faccio?”

“Ne prendi nota. Così intanto risulta che te l’ho fatto.”

“Ma che storia è? Io voglio i miei cinquemila euro subito!”

“Ma pensa cose mi tocca sentire. Tutto e subito. Pim, pum, te vuoi le cose. Pim, pum. Come se fosse possibile.”

“Ma cazzo dici? Mi devi ridare cinquemila euro! Da sei mesi!”

“E tu ti svegli adesso? Dai, su, mettiti in coda. Sapessi quanti mi aspettano. Come se io fossi tenuto a fare quel che prometto. Ma che gente. Roba da non credere. Tu, per esempio,  hai ridato a Guido  i diecimila che gli devi?”

“No, ma cosa c’entra… lui aspetta. Magari gli mando la copia di un bonifico annullato. Anzi, scusa: ce ne hai anche uno da diecimila vecchio?”

“Mmmh… fammi vedere. Forse sì.”

“Dài, mandamelo. Ci sentiamo. Ciao.”

“Provvedo subito. Ciao.”

(In sottofondo:  Busta Rhymes – Thank You ft. Q-Tip, Kanye West, Lil Wayne. State Bene. Ghino La Ganga)

L’anno scorso a Macerata.

febbraio 11, 2018

 

 

Se spari sui neri a casaccio sei un eroe, se fai a pezzi una ragazza sei una vittima, se guardi una bella donna che passa sei un molestatore, se imponi la minigonna ad un corso ti scambiano per un magistrato,  se copi il programma da altri puoi vincere le elezioni, se copi da te stesso vinci Sanremo.

State bene.

Ghino La Ganga

Bombe sociali.

febbraio 7, 2018

Lei ha avuto un grande successo in programmi tv come «Riccanza». Perché secondo lei questo tipo di trasmissione ha avuto presa sui giovani?

«Può stuzzicare la curiosità – non dico l’invidia – delle persone nei confronti di chi vive bene. Io però mi sono distinta dagli altri partecipanti perché non mi piace esibire la mia ricchezza».

Però lei stessa ha promosso questa immagine con le foto da dolce vita su Instagram.

«Non ho mai postato cose esagerate sui soldi. Certo a Riccanza non potevo parlare di pizza Margherita se no sarebbe stato Masterchef… Riccanza racconta la vita dei ricchi ma con ironia. Altri programmi dello stesso tipo, invece, ti mettono la voglia di bruciare il televisore».

(…..)

Cosa la commuove?

«Mi basta guardare un film dei Puffi e scoppio a piangere. Mi fanno piangere i filmati delle donne che partoriscono, oppure dei bambini piccoli. Mi piacciono i video delle persone che si sposano. Mi piace l’amore».

****************

(Estratto dall’intervista ad Elettra Lamborghini apparsa sul Resto del Carlino – Quotidiano Nazionale del 05 Febbraio 2018. State Bene. Ghino La Ganga)