Selezione.

maggio 15, 2019

Riccardo Fraccaro

 

”  Un numero ridotto di parlamentari comporta una maggiore accuratezza nella loro selezione da parte delle forze politiche e degli elettori ( … ). Ne deriverà una loro maggiore indipendenza da interessi particolari. “

 

 

(Parole di Riccardo Fraccaro, Ministro per i Rapporti con il Parlamento e la Democrazia Diretta, riportate su La Stampa del 10 maggio scorso in una intervista rilasciata a Carlo Bertini. Vale la pena di ricordare che alle elezioni 2018 Riccardo Fraccaro è giunto terzo nel collegio uninominale Pergine Valsugana, battuto dai candidati di Centrodestra e Centrosinistra, risultando dunque non eletto. E’ stato tuttavia ripescato, in quanto capolista del listino bloccato del Collegio Plurinominale Proporzionale Trentino Alto Adige 1.  Dunque, signori: giù il cappello, questa è la selezione, ha parlato un selezionato. Io comunque lo sapevo che Riccardo Fraccaro ci avrebbe messo forse un po’ più degli altri, ma prima o poi  ci avrebbe dato grandi soddisfazioni. Fin da subito tutti si sono messi  a correre dietro ai liquidatori di assicurazione come Toninelli, alle segretarie di studi notarili come la Lezzi , alle impiegate  dei centri caf come la Castelli. E invece no: alla fine vengono fuori i Fraccaro. I Fraccaro sono come la Fanteria: arriva dopo i carri armati, ma arriva. Cavoli, se arriva. State bene. Ghino La Ganga)