Paesi osceni.

marzo 1, 2017

 

 

Dopo il caso di Dj Fabo che per morire è dovuto andare in Svizzera, e della donna veneta che per abortire ha dovuto girare per 23 ospedali zeppi di obiettori, non mi è chiaro se sia stato il più ottuso cattolicesimo nostrano ad avere condizionato la già squallida morale italiana, oppure se la già squallida morale italiana abbia funzionato da carburante per il più ottuso cattolicesimo nostrano. Le dimissioni dell’irlandese Marie Collins dalla commissione internazionale  cattolica antipedofilia chiariscono che ci sono altri paesi osceni almeno quanto il nostro, ma quello già si sapeva.

State bene.

Ghino La Ganga

 

Gaeta’.

febbraio 27, 2017

QUAGLIARIELLO

Gaetano Quagliariello

 

Oh, Gaeta’! Ma tutti quegli urli tuoi per Eluana Englaro dove sono finiti, Gaeta’? Come mai te ne stai zitto da giorni? Gaeta’ , che stai a combinare? Taci? Ma che succede, dormi? Ed il tuo amico Sacconi, che fa? E’ ancora preso dalla tutela della povertà? Teme che gli italiani non trovino i diecimila euro necessari per andare a morire in Svizzera? Ma che succede? E tutti gli amici vostri che portavano acqua a destra e manca, dove stanno oggi, Gaeta’? Si sono zittiti pure loro? E perché mai? Temevano il vaffanculo? E tu, Gaeta’?  Di che avevi paura? Di non aver fiato per urlare, Gaeta’? Ma dai, Gaeta’! Proprio ora che ti potevi sfogare con la faccia da pazzo, Gaeta’. Proprio ora che c’era bisogno di te per bloccare l’accesso alla Svizzera a Dj Fabo. Che vergogna, Gaeta’! Che inerzia, Gaeta’!  Allora è proprio vero quel che dicevano di te a Bari, Gaeta’. Che il cervello ti sta andando in aceto, Gaeta’. Oh, Gaeta’: ma non è che ora vai in Svizzera pure tu, eh, Gaeta’?

(State bene. Ghino La Ganga)

Trainsadness.

febbraio 26, 2017

t2-trainspotting

 

Vai a vedere T2 Trainspotting . Capiti seduto vicino ad un gruppo nel quale l’età media è 19 anni, la domanda più frequente durante la proiezione è: ma tu l’hai visto il numero 1? e la risposta più frequente è: no. Ti viene tristezza: ti senti spiazzato, lento ed impacciato come il numero 2.

State bene.

Ghino La Ganga

 

Quella lì.

febbraio 23, 2017

Beatrice Lorenzin

Beatrice Lorenzin

 

 

Non ho capito: la sua prossima levata di scudi sarà contro i concorsi  per i quali è richiesta la laurea, sicché lei non può partecipare?

State bene.

Ghino La Ganga

So che dovrei scrivere qualcosa più di frequente, ma assistere all’ennesima scissione a sinistra mi fa solo pensare a quanto sono vecchio, e a quante ne ho già viste. E a che mezze tacche sono tutti i protagonisti dell’attuale scissione. E a che mezze tacche saranno tutti i protagonisti della prossima scissione. E a che mezze tacche saranno tutti i protagonisti della scissione successiva. E di quella dopo ancora. E di quella ancora seguente. Perché le mezze tacche, anche quelle piccole,  si possono pur sempre dividere in due. Mannaggia.

State bene.

Ghino La Ganga

P.s.: i Roxy Music sono stati tutt’altro che mezze tacche, sia chiaro; è solo che la loro canzone ha un titolo funzionale .

Occidentali’s Daspo.

febbraio 13, 2017

m_miramare_grande

 

 

 

Mi sembra di aver capito che la logica del Daspo Urbano di Minniti sia riassumibile nel seguente esempio: il Sindaco di Rimini potrà imporre ad uno spacciatore o ad un trecartaro di non farsi più vedere a Marebello, e se lo ritroverà a Rivazzurra.

State bene.

Ghino La Ganga

Rappresentanza©.

febbraio 9, 2017

Ho dato un’occhiata a Riccanza, in onda su MTV. In particolare mi ha colpito la riflessione di uno  dei protagonisti: egli ha dichiarato di avere una giornata molto impegnata, in quanto si reca quotidianamente dal tatuatore e dall’astrologo e spesso non gli rimane molto tempo per fare tutto il resto ( non ha chiarito in cosa consista questo resto, purtroppo).  Ho pensato che il format può essere usato anche per una serie sui consiglieri comunali di oggi. Basterebbe infatti cambiare solo qualche elemento troppo glamour: ad esempio,  si potrebbe spostare l’azione nelle sale consiliari della provincia italiana, e seguire fuori e dentro di esse la giornata degli eletti alle assemblee locali, documentando le loro  ritwittate compulsive e le loro postate di foto suggestive. Si otterrebbe così una  serie interessante, che ci aiuterebbe a capire quanto siano sottovalutati e pieni di iniziative i nuovi eletti della politica locale italiana. Non vi convince? Beh, almeno pensateci su.

State bene.

Ghino La Ganga