Come in Olanda.

giugno 5, 2019

 

 

Avessi diciassette anni, ed apprendessi che alle riunioni clandestine di Lotti e Palamara partecipava pure Lotito, la cui importanza era confermata dalla distribuzione di biglietti gratuiti per vedere la Lazio allo stadio, mi suiciderei in forma assistita esattamente come ha fatto la povera Noa di Arnhem. Come assistente al suicidio non sceglierei però Davigo.

State bene.

Ghino La Ganga

Annunci

Se metti.

maggio 27, 2019

 

” Se metti un furbo a comandare in mezzo a  dieci coglioni , i dieci coglioni sembrano non dico  più furbi, ma un po’ meno coglioni. Se però metti un coglione a comandare in mezzo a dieci coglioni, tutti chiedono: ma chi è quel coglione? ” 

 

( Massima di un vecchio dirigente politico di quand’ero giovane. State bene. Ghino La Ganga)

 

 

 

Selezione.

maggio 15, 2019

Riccardo Fraccaro

 

”  Un numero ridotto di parlamentari comporta una maggiore accuratezza nella loro selezione da parte delle forze politiche e degli elettori ( … ). Ne deriverà una loro maggiore indipendenza da interessi particolari. “

 

 

(Parole di Riccardo Fraccaro, Ministro per i Rapporti con il Parlamento e la Democrazia Diretta, riportate su La Stampa del 10 maggio scorso in una intervista rilasciata a Carlo Bertini. Vale la pena di ricordare che alle elezioni 2018 Riccardo Fraccaro è giunto terzo nel collegio uninominale Pergine Valsugana, battuto dai candidati di Centrodestra e Centrosinistra, risultando dunque non eletto. E’ stato tuttavia ripescato, in quanto capolista del listino bloccato del Collegio Plurinominale Proporzionale Trentino Alto Adige 1.  Dunque, signori: giù il cappello, questa è la selezione, ha parlato un selezionato. Io comunque lo sapevo che Riccardo Fraccaro ci avrebbe messo forse un po’ più degli altri, ma prima o poi  ci avrebbe dato grandi soddisfazioni. Fin da subito tutti si sono messi  a correre dietro ai liquidatori di assicurazione come Toninelli, alle segretarie di studi notarili come la Lezzi , alle impiegate  dei centri caf come la Castelli. E invece no: alla fine vengono fuori i Fraccaro. I Fraccaro sono come la Fanteria: arriva dopo i carri armati, ma arriva. Cavoli, se arriva. State bene. Ghino La Ganga)

Freeze.

maggio 9, 2019

Poi un giorno vai ad un convegno sulla protesta degli Avvocati Penalisti contro le riforme ad un tratto dal pubblico prende la parola un Sostituto Procuratore della Repubblica che dice di condividere alcune proteste ma osserva che devono diventare proposte altrimenti si corre dietro al popolino tipo la casalinga di Voghera cioè a gente che non capisce gente che  lì solo  per essere aizzata subito dal banco dei relatori prende la parola un Professore Universitario freddo secco guarda fisso il Sostituto Procuratore gli dice chi ha cominciato ad aizzare la casalinga di Voghera sono stati proprio certi Sostituti Procuratori della Repubblica fin dal 1992 poi aggiunge e pensare che l’azione penale è stata loro data proprio per sottrarla al popolino ed è in quel momento che cala un gelo della Madonna con alcuni applausi.

(State bene. Ghino La Ganga)

Nostri Signori.

aprile 17, 2019

 

Il capolavoro politico sono i quaranta/cinquantenni che riferiscono di avere visitato la cattedrale durante una gita scolastica a Parigi e di avere subito compreso che era pericolosa, con tutto quel legno vecchio.

State bene.

Ghino La Ganga

Un firmatario.

marzo 26, 2019

Daniel Pennac

 

 

All’epoca in cui firmò la petizione per Battisti non aveva ancora sessant’anni, ma, a rileggere le sue dichiarazioni sui quotidiani del tempo, penso fosse già abbastanza rincoglionito. Chiedergliene conto oggi, che è ormai settantacinquenne, costituisce dunque una inutile crudeltà. Però la tentazione di farlo è forte.

State bene.

Ghino La Ganga

 

Dentro il mov.

marzo 7, 2019

 

 

 “Non ti dimettere Giulia, stai facendo un lavoro molto importante dentro il mov.” 

E’ parte di un breve commento sotto ad un post pubblicato ieri da Giulia Sarti sul suo profilo Facebook. Non mi colpisce il sostegno alla Sarti: ogni fenomeno pop determina fan e detrattori, ed entrambi hanno le loro buone ragioni per essere pro o contro. Mi colpisce invece la troncatura del sostantivo movimento, che diviene di colpo: il mov. Come se costasse troppa fatica scriverlo per intero. Come se il troncarlo rappresentasse un  rafforzativo, tale da elevarlo ad acronimo soprannaturale: il mov, una sorta di essere superiore che non può essere banalizzato scrivendone tutto il nome. Il mov, cari voi. Troncatura dopo troncatura, ricavo l’idea di un paese che non ha mai avuto grande voglia di approfondire, e che a maggior ragione oggi non ha più voglia di stare tanto a spiegare: c’è il mov, state zitti. C’è il mov, tutti dietro al corteo. Ora basta, parla il mov. Il mov è onesto, mica come certuni che ne fanno parte. Il mov ha le idee chiare, non come alcuni ministri che ha messo al governo.  Il mov è forte, mica come le mammolette dei mancati rimborsi. Il mov è il mov, anche se non si capisce che vuol fare con la Tav. O con il Tap. O con i suoi parlamentari e senatori. Specie quando  fanno grandi caz.

State bene.

Ghino La Ganga