Nè con la Tav, nè con De Luca.

ottobre 20, 2015

Erri De Luca

Erri De Luca

Alla fine ha prevalso la coerenza: in un paese nel quale chi commette un reato non ritiene mai giusto essere condannato, perché prendersela con chi lo incita a commetterlo? Se poi si tratta di un celebre scrittore e  traduttore, noto per avere affermato   che era inutile condannare le Brigate Rosse – in nome di un non meglio chiarito desiderio di oblio storico –   la decisione del Tribunale appare del tutto congrua. Ma sì: va bene così. E’ stata emessa una sentenza adeguata. In fondo, questo paese assomiglia sempre di più a cosa desidera essere. Mi correggo: a cosa desidera da molto tempo essere. Ma non chiediamoci a cosa: l’abbiamo già scordato.

State bene.

Ghino La Ganga

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: